Tesi di Laurea – I giovani e la radio

Le indagini multiscopo

I bilanci del tempo

Le indagini multiscopo sono indagini periodiche mirate alla ricerca di una vasta gamma di fattori (variabili con diversa distribuzione e spesso tra loro indipendenti), quali la struttura familiare, il livello di istruzione delle famiglie, le condizioni occupazionali e professionali, i tipi di fonte individuale di reddito, le condizioni abitative e di salute, ecc.

La ricerca si sviluppa attraverso quattro fasi (cicli) in ognuna delle quali vengono analizzati tali fattori. Per quanto riguarda i mezzi di comunicazione di massa, essi fanno parte del terzo ciclo ed esattamente dei bilanci del tempo (uso del tempo).

È utile, in questa sede, accennare allo spazio che viene riservato alla radio ed alle relative variabili prese in esame.

Innanzitutto bisogna far riferimento alla classificazione delle trasmissioni (relativamente alle reti nazionali) che può essere così schematizzata:

– programmi ricreativi e culturali: musica sinfonica e da camera; musica lirica; prosa; sceneggiati; rivista, varietà e commedie musicali; musica leggera; programmi culturali;

– programmi scolastici ed educativi per adulti: scolastici; educativi per adulti;

– programmi informativi: notiziari; rassegne complementari; rubriche di attualità e servizi speciali; servizi parlamentari; sport;

– tribune e accesso: tribune; accesso;

annunci;

– pubblicità.

Relativamente alle rilevazioni effettuate nel periodo che va da Dicembre del 1987 a Maggio del 1988, si ricava che il 60,5% delle persone di 6 anni e più ha l’abitudine di ascoltare la radio: il 37,8% tutti i giorni, il 22,7% solo qualche giorno a settimana. L’ascolto quotidiano è più accentuato per le donne (39,7%), mentre gli uomini hanno comportamenti più saltuari.

[divider]Persone di 6 anni e più e per abitudine all’ascolto della radio e sesso (Dicembre 1987-Maggio 1988)

%MaschiFemmineIn compl.
Tutti i giorni

35,9

39,7

37,8

Qualche giorno a sett.

25,4

20,3

22,7

No

38,1

39,4

38,7

Non indicato

0,7

0,7

0,7

Totale

100,0

100,0

100,0

(Fonte: ISTAT)

[divider]Persone di 6 anni e più che ascoltano la radio per tipo di trasmissioni seguite e sesso (Dicembre 1987-Maggio 1988)

%MaschiFemmineIn compl.
Giornale radio

36,5

28,9

32,6

Attualità

10,6

12,9

11,8

Culturali

4,7

5,9

5,3

Politiche

4,6

2,0

3,2

Sportive

23,8

2,4

12,8

Religiose

1,0

3,8

2,5

Rapporto col pubblico

3,3

8,5

6,0

Giochi a quiz

3,0

7,3

5,2

Musica leggera

37,3

46,7

42,1

Concerti

2,9

2,6

2,7

Prosa

0,6

1,2

0,9

Per bambini

1,2

1,9

1,6

Altro

2,3

2,9

2,6

Totale

100,0

100,0

100,0

(Fonte: ISTAT)

Le trasmissioni radiofoniche più seguite sono quelle di musica leggera (42,1%), soprattutto dalle donne (46,7%), il giornale radio (32,6%), soprattutto dagli uomini (36,5%), e l’attualità (11,8%).

Per quanto riguarda il capitolo dedicato all’abitudine all’ascolto della radio, è sufficiente indicare il tipo di variabili prese in esame e la relativa classificazione degli intervistati. In particolare l’ascolto della radio è stato posto in relazione con il sesso, l’età (suddivisa in opportune classi), il titolo di studio, la condizione, la posizione nella professione, la regione d’appartenenza, il tipo di comune, il tempo di ascolto giornaliero. Tali variabili, poi, sono state poste a confronto tra loro.